RICERCA PROGETTI

Emergenza sfollati nel Kivu


Paese: Rep. Democratica del Congo

Area Geografica: Africa

Continente: Africa

Regione Distretto: Kivu

Diocesi: Goma, Butembo-Beni, Bukavu

Località: Varie

Ambito: Aiuti umanitari

Destinatari: Sfollati interni

Contesto:
Nel novembre 2012, nella regione del Nord Kivu, l'esercito governativo della Repubblica Democratica del Congo e le forze ribelli M23 si sono scontrate nel tentativo da parte dell'esercito governativo di fermare l'avanzata dei ribelli M23. I gruppi ribelli avevano infatti raggiunto la città di Goma, provocando
massicci spostamenti della popolazione in tutto il Nord e Sud Kivu, nei territori delle Diocesi di Goma, Butembo-Béni e Bukavu. Le provincie del Nord e Sud Kivu sono state segnate per vent'anni da conflitti armati a causa della lotta per il controllo delle risorse minerarie e agricole.
I gruppi armati ribelli M23 sono stati formati all’inizio del 2012, da soldati dissidenti dell’esercito congolese e alla fine di novembre avevano già preso il controllo della città di Goma, spingendosi a 20 km a sud nella città di Bukavu, in Sud Kivu,, prendendone il controllo dopo aver battuto l’esercito
governativo, con l’intenzione di arrivare a Kinshasa (la capitale) e chiedere le dimissioni del presidente Kabila. A causa di questi eventi, per la paura di essere attaccati dalle forze ribelli, circa 140.000 persone sono fuggite da Goma, dove vivevano in campi rifugiati, e la stessa città di Goma ha subito
tagli alla corrente e interruzione della distribuzione di acqua pulita. Altri spostamenti della popolazione sono avvenuti nelle località di Minova, Kalehe e Bukavu e contano circa 50.000 persone. Altri movimenti sono stati riportati nel nord, vicino a Butembo e attorno al lago Edward.

Descrizione Progetto:
Gli sfollati soffrono soprattutto a causa di mancanza di accesso a fonti di acqua pulita, cibo, rifugi e beni non alimentari, e sono inoltre esposti a malattie e attacchi dei miliziani.
Caritas Congo sta intervenendo per sostenere questi bisogni primari delle famiglie sfollate

Obiettivi generali:
Alleviare le sofferenze delle persone sfollate in Nord Kivu e Sud Kivu, vittime del conflitto armato tra esercito governativo e ribelli M23.

Obiettivi Specifici:
Fornire le famiglie sfollate di:
1-Beni non alimentari: Ridurre la vulnerabilità di 10.000 famiglie sfollate nell’est della regione attraverso l’accesso a beni di tipo non alimentare (vestiti, teli e coperte, piatti, posate, utensili per cucinare, sapone,articoli per l’igiene personale)
2-Beni alimentari: Ridurre la vulnerabilità di 10.000 famiglie sfollate nell’est della regione attraverso l’accesso a beni alimentari (farina, olio, fagioli, sale)
3-Protezione: Proteggere da ogni tipo di violenza e assicurare la difesa dei diritti umani delle persone più vulnerabili (bambini, donne, sfollati) vittime del conflitto armato nelle Diocesi di Goma, Butembo-Beni e Bukavu

Organismo titolare: Caritas Congo RD

Partner principale: Rete Caritas Internationalis

Altri Soggetti:

Data INIZIO Progetto CARITAS Ambrosiana: 01/12/2012

Data FINE Progetto CARITAS Ambrosiana: 30/11/2013

Budget totale: 2046028,00 €

Budget totale CARITAS Ambrosiana: 10000,00 €

Sostieni il progetto::
leggi le altre modalità di donazione

← Torna alla ricerca