RICERCA PROGETTI

Una Nueva Vida per i disabili - fase 2


Paese: Nicaragua

Area Geografica: America Centrale e Caraibi

Continente: America

Regione Distretto: Managua

Diocesi: Managua

Località: Barrio Nueva Vida - Ciudad Sandino

Ambito: Sociale

Destinatari: Disabili

Contesto:
Nueva Vida è un quartiere periferico di Ciudad sandino, città-satellite della cintura metropolitana di Managua. La quotidianità del quartiere, costituita da emarginazione, povertà e violenza, smentisce un nome che alla sua nascita doveva evocare la speranza di una "nuova vita".
In una distesa polverosa abitano oltre 15.000 persone: case piccole e affollate, strade non asfaltate, assenza di fognature, somministrazione discontinua di acqua e luce.
Ad una disoccupazione che sfiora il 70% si accompagna un tasso di alcolismo, prima causa di maltrattamenti e abusi su donne e bambini. La povertà estrema, la cruda violenza, la mancanza di prospettive producono un effetto di disgregazione famigliare che colpisce particolarmente i più deboli.
In queste durissime condizioni, essere disabili significa affrontare indifferenza, rifiuto ed emarginazione, che spesso si traduce in un isolamento in case fatiscenti a causa delle scarse possibilità economiche e del basso livello culturale.
Per queste ragioni le persone con necessità educative speciali sono tra i settori della popolazione più a rischio. Molti di loro non hanno mai ricevuto nessun tipo di educazione: le scuole non sono preparate per riceverli e assisterli. Non esistono, inoltre, alternative educative per i giovani disabili, come i programmi di formazione e inserimento lavorativo.

Descrizione Progetto:
La mancanza di opportunità di integrazione, la segregazione, l'assensa di sensibilizzazione e di educazione delle famiglie e della comunità portano a rendere ancora più difficile la situazione dei ragazzi con lievi disabilità mentali e fisiche. Un'accurata azione di prevenzione, terapie e interventi personalizzati, porterebbero effetti e benefici importanti e decisivi per la loro esistenza consentendo di condurre una vita attiva inseriti nella comunità.
In questo contesto continua la nostra collaborazione con l'Associazione El Güis; questa volta ci proponiamo di aiutarli a ampliare le strutture di accoglienza per i disabili attraverso la costruzione di un saolone per le attività con i ragazzi con ritardo mentale e all'arredamento per il salone di logopedia. Il progetto inoltre prevede un rafforzamento della formazione e sensibilizzazione del personale, delle famiglie e della comunità locale. In un'ottica di funzionamento del servizio è in fase di studio la definizione di un'attività economica che possa generare risorse in prospettiva di un'autosostenibilità del centro.

Obiettivi generali:
Migliorare la situazione di inclusione sociale e le condizioni di vita delle persone con handicap e delle loro famiglie che vivono a Ciudad Sandino, in particolare nel quartiere Nueva Vida.

Obiettivi Specifici:
1) Ampliare gli spazi di incontro e lavoro con i bimbi e ragazzi disabili attraverso la costruzione e l'arredamento di aule specifiche (ritardo mentale, logopedia)
2) Offrire ad educatori, operatori e volontari dell'associazione El Guis un rafforzamento della formazione ricevuta per migliorare la professionalità e la capacità di accoglienza dei ragazzi;
3) Sostenere la gestione del programma socio-educativo con i 94 ragazzi iscritti alle attività del centro diurno;
4) Promuovere e facilitare l’integrazione familiare e sociale degli alunni/e del Centro de Atención Específica El Güis;

Organismo titolare: Asociación sin barreras El Güis

Partner principale: Caritas Ambrosiana

Altri Soggetti: Vari

Data INIZIO Progetto CARITAS Ambrosiana: 01/01/2008

Data FINE Progetto CARITAS Ambrosiana: 31/12/2009

Budget totale: 87000,00 €

Budget totale CARITAS Ambrosiana: 25000,00 €

Sostieni il progetto::
leggi le altre modalità di donazione

← Torna alla ricerca
Allegati Progetto