RICERCA PROGETTI

Kay Chal


Paese: Haiti

Area Geografica: America Centrale e Caraibi

Continente: America

Regione Distretto: Ouest

Diocesi: Port-au-Prince

Località: Delmas - Port-au-Prince

Ambito: Formazione

Destinatari: Minori

Contesto:
Il quartiere in cui vivono le “Petites Soeurs de l’Evangile” è una bidonville di Port-au-Prince di nome Cité Okay, che è in continua espansione e quindi sovrappopolata.
Cité Okay in origine era situata al limite della città e raccoglieva tutti gli immigrati di provenienza della città di Okay, da cui prende il nome. E’ sempre stata caratterizzata dalla mancanza di lavoro, non è presente al suo interno alcuna organizzazione e il comune di Delmas non è mai entrato nella Cité.
In seguito al terremoto si sono create alcune tendopoli vicine alle baracche e la sovrappopolazione è aumentata drasticamente. Mancano i servizi primari, la corrente elettrica non c’è e l’acqua è molto difficile da trovare, spesso viene utilizzata l’acqua delle pozzanghere o delle fogne a cielo aperto per lavarsi o per lavare.
Le suore gestiscono la scuola parrocchiale elementare del quartiere e ci sono altre scuole private sul confine con Delmas 31, mentre all’interno della Cité ci sono altre scuole private, ma solo elementari. E’ totalmente assente qualsiasi tipo di servizio educativo/culturale per bambini o per i giovani, al di fuori delle scuole e di alcune discoteche private che proiettano ogni tanto partite di calcio.

Descrizione Progetto:
“Kay Chal” è un centro diurno creato dalle Piccole Sorelle del Vangelo presenti sul territorio già dal 1988. “Kay Chal” è situata tra il quartiere di Delmas e la bidonville di Cité Okay a Port-au-Prince, a pochi minuti dalla bidonville di Cité Soleil (la più estesa e più disagiata di Port-au-Prince) e vicino ad alcuni dei campi nati a seguito del terremoto del gennaio 2010.

Il centro “Kay Chal” è nato il 1° dicembre 2010 con l’obiettivo di accogliere i ragazzi “Restavec” (ragazzi mandati dalle campagne nelle città per fare i domestici: lontani dalla famiglia, non scolarizzati e a rischio di esclusione sociale) per l’accompagnamento e il recupero scolastico e per l’aumento dell’inclusione sociale.
Le attività iniziali erano mirate all’inclusione sociale di questi ragazzi tramite una scolarizzazione e un lavoro sulla creatività per l’interiorizzazione del senso del bello, lo sviluppo dell’autonomia e la valorizzazione dei talenti.
Si è inserita progressivamente anche un’attività di sostegno scolastico pomeridiano per i minori presenti nei campi (tendopoli) per rinforzare le debolezze del sistema scolastico nazionale; sono stati coinvolti in questa attività intorno ad un centinaio di bambini e anche alcuni volontari locali, intorno alle 4/5 persone per coprire i turni in settimana (di cui uno retribuito e gli altri volontari).
Nell’estate 2011 si è avuta una presenza sperimentale di 9 volontari francesi che hanno realizzato alcune attività di animazione per due settimane alternandosi a gruppi di 4/5 nel centro “Kay Chal”.

Obiettivi generali:
Creazione e consolidamento di uno spazio di aggregazione per minori e giovani del quartiere Cité Okay che venga progressivamente auto-gestito dai giovani stessi con il supporto delle Piccole Sorelle del Vangelo

Obiettivi Specifici:
1. Migliorare l'organizzazione del centro diurno "Kay Chal" e aumentare il numero di minori e giovani che lo frequentano

2. Favorire l'integrazione sociale dei ragazzi “Restavec” nella comunità locale

3. Coinvolgere e formare volontari locali nella gestione del centro diurno “Kay Chal”

Organismo titolare: Piccole Sorelle del Vangelo

Partner principale: Caritas Ambrosiana

Altri Soggetti:

Data INIZIO Progetto CARITAS Ambrosiana: 01/10/2012

Data FINE Progetto CARITAS Ambrosiana: 31/12/2016

Budget totale: 60000,00 €

Budget totale CARITAS Ambrosiana: 52000,00 €

Sostieni il progetto::
leggi le altre modalità di donazione

← Torna alla ricerca
Allegati Progetto